venerdì 3 aprile 2020

Rileggere un testo con la sintesi vocale

Se siete abituati a rileggere i vostri testi a voce alta, potete provare a utilizzare un tool per la lettura artificiale (una voce sintetica) che scandisca le parole al posto vostro.
Quali sono i vantaggi?
1) Se un vocabolo contiene un refuso non individuabile con i controlli automatici (es. “tornarono a cava“) la voce sintetica lo pronuncerà, rendendolo evidente: questo può essere di aiuto quando siete all’ennesima rilettura di un testo che ormai conoscete praticamente a memoria.
2) La voce non è “intelligente”, quindi non cercherà di compensare una mancanza nel testo come il nostro cervello farebbe. Talvolta ascoltare un robot leggere un testo umano è pratico per individuarvi punti zoppicanti o oscuri, parole saltate o una punteggiatura impropria.
3) Quando siete stanchi, con il mal di testa e gli occhi che bruciano, chiudere le palpebre per qualche minuto e ascoltare il computer che legge le bozze è un modo interessante per lavorare riposando l’organo con cui si lavora. Modificare il canale attraverso cui il cervello riceve i dati ai quali deve applicare il proprio controllo può essere incredibilmente efficace, ogni tanto.
Si tratta, naturalmente, di uno strumento che ha dei limiti e che come tale deve essere inteso; alla stregua del correttore ortografico, anche la sintesi vocale deve essere considerata un utensile che la sensibilità e creatività umana devono piegare al proprio servizio, e non come un sostituto della propria attenzione.
Se volete provare, ci sono molti sintetizzatori vocali gratuiti e uno è già incluso nel buon vecchio Word, sotto il comando "leggi". Mentre lo strumento pronuncia le parole, queste vengono evidenziate progressivamente nel file, rendendo possibile seguire e ritrovare il punto in cui ci si trova. 

martedì 2 luglio 2019

Immersioni letterarie: un indirizzo da visitare

Ci fa piacere segnalare ai lettori un'iniziativa valida e gradevole che parte dall'idea di raccontare qualcosa della scrittura creativa e dell’editoria agli scrittori, ai lettori e ai non addetti ai lavori.
Il progetto si chiama Immersioni letterarie e, oltre a post tradizionali, proporrà anche materiali gratuiti preparati da professionisti competenti e rivolti anche agli autori esordienti, con lo scopo di fornire spunti di automiglioramento e approfondimento.
Al momento, per esempio, gli iscritti alla newsletter potranno scaricare un taccuino con 28 esercizi di scrittura da provare, tutti estratti da workshop di scrittura creativa.
Ci sembra una idea bella e ben fatta di cui seguiremo volentieri gli sviluppi!

martedì 11 giugno 2019

venerdì 16 novembre 2018

5 consigli per scrivere per il web

Si può vivere scrivendo per il web? Si può essere scrittori tradizionali, e arrotondare o ampliare la propria professionalità curando i contenuti di siti, blog, magazine?

mercoledì 20 giugno 2018

Il demone dell'errore: Titivillus

Sapevate dell’esistenza del demone del refuso? Ebbene, siate consci che nei momenti di crisi da oggi in poi potrete prendervela con Titivillus.

mercoledì 18 aprile 2018

Premi letterari per raccolte di racconti



I concorsi letterari per la narrativa in Italia non mancano e gli autori esordienti sono ormai abituati a scorrere le liste per individuare quelli più degni di esser tentati o più adatti alla loro opera.

lunedì 12 febbraio 2018

Scrivere un libro online

Scrivere un libro online può essere comodo e rappresentare un'esperienza interessante, indipendentemente dal desiderio e dalla possibilità di pubblicare online in un secondo momento. Come si fa?