sabato 30 maggio 2009

Libro nel cassetto

"Oggi è difficile che il buon esordiente sfugga: [...] non credo esistano capolavori nascosti. Una volta non era così: Svevo, lo stesso Proust avevano pubblicato il loro primo libro di tasca propria. Oggi l'editoria è un'industria, è nel suo stesso interesse produrre. Per questo, secondo me, è difficile che il libro resti nel cassetto. Non credo ci siano scrittori il cui merito, prima o poi, non venga scoperto o riconosciuto."

Angelo Guglielmi, IFG Inchieste, maggio 2009



E voi, assidui lettori di Autori esordienti, cosa ne pensate?

Nessun commento: