giovedì 18 giugno 2009

Pickwiki, Anobii: book networks

Forse molti di voi ne avranno sentito parlare, e diversi si saranno già iscritti da tempo (anche noi lo abbiamo fatto, benché per ora le nostre librerie siano un po' vuoterelle...).
Anobii e Pickwiki sono due siti di condivisione basati in parte sulla filosofia del social network, in parte su quella dello "scaffale virtuale" come potrebbe essere YouTube.

Dei due, Anobii riscuote sicuramente più successo, anche perché ha una portata internazionale, mentre Pickwiki per il momento è soltanto italiano e meno frequentato. 
Entrambi prevedono la possibilità di creare un profilo inserendo alcuni dati personali, una foto e una presentazione; consentono poi di creare una "libreria", ovvero segnalare quali libri si possiedono e quali si vorrebbero leggere, recensire le proprie letture e segnalare eventi connessi al mondo della letteratura e dell'editoria. 
Sulla base dell'identità di gusti è possibile poi stringere contatti con altri utenti, con i quali scambiare volumi o persino vendere l'usato.
Inoltre è possibile interagire con una serie di librerie iscritte al progetto, inviare prenotazioni e fare acquisti di libri on-line.
Poi c'è la community, con relativi gruppi di discussione.

Perché possono essere utili agli scrittori esordienti?
Questi due siti non costituiscono soltanto un sistema simpatico (forse un po' esibizionista) per condividere una passione e mantenere "vivo" l'oggetto libro.
Se usati con criterio e senza... approfittare, aiutano anche gli autori a farsi conoscere e a pubblicizzare la loro opera.
In primo luogo, chiunque può inserire la recensione di un libro poco noto, pubblicato da un piccolo editore indipendente, facendolo comparire nella lista esattamente come i Promessi sposi o Harry PotterIn questo modo altri utenti potranno notarlo e, magari, esserne attratti.
Consigliamo di evitare di riempire la community di post "pubblicitari" sulla vostra creatura: non sarebbe corretto e probabilmente risulterebbe controproducente. 
Però avere tanti "amici" e condividere le proprie impressioni e passioni potrebbe mettervi in contatto con persone interessate a leggere o pubblicare il vostro romanzo.
Più nello specifico, Pickwiki prevede uno spazio per la pubblicazione gratuita di racconti, che saranno votati dagli altri utenti e potranno salire in classifica, facendo guadagnare al loro autore una certa visibilità.
Per coloro che hanno fatto realizzare un booktrailer, inoltre, questo network consente di inserire dei video nel profilo o all'interno delle discussioni: un ulteriore spazio di comunicazione a tutto vantaggio dello scrittore emergente!

Per chi volesse, siamo ben contenti di stringere "amicizia": ci trovate sotto il nick Correzionebozze.

1 commento:

YsabelNana ha detto...

Salve mi chiamo Isabella e sono un esordiente nella scrittura insieme ad una mia amica Nana(Giorgia),abbiamo creato anche noi un blog di scrittura il Clubwriter e visto che
lavora nell'editoria ho pensato che potrebbe darci consigli sulla storia che stiamo scrivendo.
Grazie per l'attenzione
Isabella