domenica 5 luglio 2009

Studi editoriali: un aiuto per gli esordienti?

Che cos'è esattamente uno studio editoriale?
Gli studi editoriali sono realtà cui l’editoria tende sempre di più ad affidarsi: sono agenzie formate da persone con professionalità differenti che, su "investitura" dell'editore, prendono in carico la gestione di un libro, una collana, una parte del catalogo e, in cooperazione con l’editor della casa madre, trasformano il materiale grezzo in prodotto... quasi finito: lo sistemano, lo correggono, lo impaginano, lo traducono, gestiscono insomma la maggior parte degli aspetti della lavorazione.

In che modo gli autori esordienti interagiscono con lo studio editoriale?

A) Se il vostro libro è già in fase di pubblicazione
A meno di affidarsi a case editrici molto piccole, che realizzano l'intero catalogo internamente, l'autore di un testo in fase di pubblicazione potrebbe avere come riferimento o l'editor della casa madre (che trasmetterà poi le indicazioni, correzioni e obiezioni allo studio) o, altrimenti, un editor "prestato" appunto dallo studio editoriale. Non c'è una gran differenza nel trattare con l'uno o l'altro di questi personaggi, ma bisogna tener conto di un fatto: generalmente l'editor della casa editrice si occuperà della sgrossatura iniziale e di una limatura finale; l'editor dello studio editoriale, insieme ad altri revisori, svolgerà tutte le fasi intermedie, che possono essere tante (di solito si tratta di tre giri di bozze). Riuscire ad avere un contatto amichevole anche con lo studio può essere d'aiuto per comunicare le proprie preferenze e lo "spirito" che si vuol dare al testo, e soprattutto per rendersi conto "in progress" delle scelte altrui e delle relative motivazioni.

B) Se volete pubblicare un libro, ma non avete ancora un editore
In tal caso lo studio ha una funzione diversa: voi potrete affidare il vostro testo "grezzo" e (ovviamente a pagamento) chiedere che sia ripulito, migliorato, reso già sufficientemente vicino alle esigenze del mercato e del gusto per guadagnare una marcia in più presso gli editori cui vorrete presentarlo. In questo caso, comunque, non fa alcuna differenza se vi rivolgerete a uno studio organizzato oppure a un editor indipendente o, magari, a un'agenzia editoriale: un editing è un editing per tutti, l'importante è che sia fatto bene!

Nessun commento: