giovedì 5 novembre 2009

Pubblicare un libro per bambini

Pubblicare un libro per bambini: sì, ma con quale editore?
Inviare il proprio manoscritto inedito a una casa editrice che non ha una sezione per ragazzi sarebbe del tutto inutile.
D'altro canto, ricavare un elenco di recapiti soddisfacente non è semplice come sembra! Per dare una mano agli scrittori esordienti ci siamo messi a cercare, e qualcosa abbiamo trovato.
Un suggerimento, ad esempio, è di consultare periodicamente il sito Editorixragazzi.it: concepito come una vetrina per gli editori destinata principalmente a librai, bibliotecari, insegnanti (ovvero a tutti coloro che sono interessati alle segnalazioni sull'editoria di qualità per i più piccoli) contiene anche una directory, in fase di progressivo ampliamento, delle case editrici per ragazzi.
Qualcosa di simile in Editoriaragazzi.com: la lista è comoda perché contiene già i dati di contatto dell'editore come numero di telefono, e-mail e indirizzo della sede.
Un elenco degli editori per bambini "ufficiale", anche se non completo, si può trovare sul sito dell'AIE o su Nonsoloscuola; in ambo i casi i nomi sono semplicemente corredati di link diretto al sito madre.
Ottima tattica per farsi un'idea sull'editoria per l'infanzia in Italia (e non solo) è infine tenere d'occhio il catalogo espositori della Children's Book Fair di Bologna (23-26 marzo 2010).
Altrimenti non resta che armarsi di santa pazienza e tentare con le ricerche per parole chiave in Google: edizioni per bambini, editoria per bambini, case editrici per bambini, editori libri per bambini...

6 commenti:

Riccardo Mercati ha detto...

Puoi consultare anche il sito della rivista LiBeR: http://www.liberweb.it

Nella sezione Download puoi scaricarti alcuni documenti interessanti, come i rapporti annuali di LiBeR sull’editoria per ragazzi e "Almeno questi!" (una bibliografia con 2437 titoli).

L'elenco degli editori lo puoi trovare anche qui: http://www.liberweb.it/ricerca/php/idestRicE.php

Ultimamente mi sto interessando all'argomento e questo sito mi è stato molto utile.

Correzionebozze.it ha detto...

Grazie mille per l'informazione, mi era sfuggita!

Sandra Bracco ha detto...

Sono un'insegnante della scuola primaria, da anni con ogni mia terza o quarta o quinta realizzo sul pc il libro con tutti i racconti di narrativa realizzati nell'ambito del programma di Italiano (li copiano in Word gli autori durante le ore di informatica) è un lavoro gratificante e produttivo, vorrei inviarlo a qualche concorso, ma ne trovo solo per giornalini scolastici e il nostro non è un semplice giornalino...
Potete aiutarmi? Sandra Bracco

Correzionebozze.it ha detto...

Non mi è chiara una cosa: i racconti sono originali, e quindi inediti, o sono diciamo delle "rielaborazioni" di testi per l'infanzia editi? In questo secondo caso in effetti credo sia più difficile trovare tanto un editore quanto un concorso adatto, perché il testo avrebbe difficilmente una collocazione in un catalogo oltre a porre il problema dei diritti. In ogni caso puoi provare a esplorare questo elenco: http://autoriesordienti.blogspot.com/2010/02/libri-per-bambini-i-principali-concorsi.html

Gianluca manna ha detto...

Salve! Leggendo i vostri post mi sono incuriosita anche perchè sono direttamente interessata.
Ascoltando le difficoltà che si incontrano con gli editori mi è venuto in mente l'episodio di una mia amica che scrive volumi di opera classica riadattati per bambini. Un'idea meravigliosa che la eccita molto, essendo anche un'educatrice.
Purtroppo le passioni spesso sono frustrate dal vile denaro e la sua editrice dopo avergli versato un primo anno di diritti d'autore (200€) è scomparsa.
Telefonate, email, non sono servite, probabilmente l'editore è vicino al fallimento.
Leggo che piccola editoria italiana sta calando del 10% annuo, spero si fermi questa discesa.
Io lavoro in una piccola Casa Editrice "The Writer" http://www.thewriter.it che ha prezzi molto competitivi (puoi chiedere un preventivo via modulo), anche per una tiratura minima di 50 copie.
In altre parole è un editore a pagamento (per ora).
Molti criticano il metodo di pubblicarsi a pagamento, ma pensando alla mia amica , capisco che forse in questa epoca di imprenditoria su internet e maggiore autonomia di un pò tutte le professioni potrebbe essere meglio avere il controllo di tutto, pagando 200-300 euro per incominciare potrebbe essere meglio.
Il prezzo medio di un libro è di 2-4 euro, e forniamo la flessibilità di fare 50 copie iniziali e poi anche ristampe di 30.

Occhi di Bimbo ha detto...

Ciao, per tutti gli scrittori emergenti che desiderano un po' di visibilità, possono contattarmi sul nostro blog https://occhidibimbo.com/ facciamo interviste ad illustratori, scrittori per bambini e trattiamo diverse tematiche sull'educazione all'infanzia.