lunedì 16 agosto 2010

Romanzi best seller

Data la stagione, approfittiamo per consigliarvi questa volta non una lettura "di servizio" bensì un romanzo per il puro piacere vacanziero.

Come scrivere un best seller in 57 giorni di Luca Ricci (Laterza, 2009) è un titolo abilmente ingannevole: non si tratta di un manuale per imparare a scrivere un libro dalle vendite stratosferiche. Si tratta invece di un romanzo breve e leggero, ma tutt'altro che sciocco, che ruota con tono irresistibilmente dissacrante intorno al cliché dello scrittore tormentato, bohémien e di sofisticata cultura.
Il quale, in questo caso, non riesce in realtà a scrivere nemmeno una riga, e preso dai tormenti di una vocazione letteraria forse più estetica che di sostanza si trova senza un quattrino, tanto da rischiare lo sfratto.

I quattro scarafaggi che abitano indisturbati nella sua soffitta, anch'essi scapoli bonémien di raffinate letture e forbito eloquio, temendo che nuovi inquilini procedano alla temuta disinfestazione decidono di scrivere il libro dell'anno, così da guadagnare i soldi per l'affitto. Ma la formazione d'alto livello e un po' snob di cui tanto sono fieri ostacola le operazioni: come si scrive un romanzo "che piace alla gente"?

Per sorridere di sé stessi e dei colleghi di penna in modo spensierato e intelligente.

Nessun commento: