mercoledì 21 gennaio 2015

Vivere di scrittura: si può?

«Quando vado a un convegno con la qualifica di "scrittore" mi domandano sempre: "Basta così? Non vuoi aggiungere altro?". No, non voglio. Ma vorrei tanto che uno scrittore, anche uno di piccolo mercato, potesse vivere soltanto del suo lavoro. Questione di dignità, se questa parola disusata ha ancora un senso.»


Sono le parole di Andrea Kerbaker, saggista e romanziere, in un articolo uscito qualche mese fa sulla Domenica del Sole 24 Ore. Alla radice della riflessione, il calcolo (amaro) dei ricavi economici tratti dalla pubblicazione del proprio saggio: circa 3 euro lordi l'ora, per approssimativamente mille ore di lavoro. L'autore non ne fa una colpa all'editore, al distributore, al libraio, all'agente, che ritiene abbiano trattato lui e la sua opera con la dovuta attenzione; semmai, al fatto che al mestiere di scrittore è di per sé attribuito poco valore, cosa che non aiuta - in linea generale - nell'innalzare l'autostima e il patrimonio della categoria.

Si può davvero vivere di scrittura? Si può fare della scrittura un lavoro? In teoria, certo che sì. Speriamo che le vie della pratica non siano irte di ostacoli, non per tutti, almeno.

2 commenti:

PattyOnTheRollercoaster ha detto...

Penso che vivere di scrittura sia difficile soprattutto per l'abbondanza di libri che oggi vengono pubblicati. E' logico che, se una casa editrice deve pagare i diritti a duecento autori (e parlo di case editrici piccoline) non possa pagarli bene.
Ovviamente apprezzo il fatto che oggi, almeno idealmente parlando, tutti possano diventare scrivere un libro. Forse però gli editori dovrebbero pensare più alla qualità e meno alla quantità, evitando di pubblicare l'opera del cantante/attore/personaggio pubblico di turno, solo perché sono certi che venderà.
Mi sa che il discorso è un po' ampio per un unico commento!

Pierluigi Tamanini ha detto...

Si può??? Si deve!!!
Vivere scrivendo ebook è la mia passione e ti assicuro che frutta grandi soddisfazioni ^___^

Lo spiego qui http://viverediebook.pierluigitamanini.com/